Buona avventura!

avventura e matrimonio sulle Alpi in montagna

Quando saluto i miei sposi al termine del servizio spesso auguro loro “buona avventura”. Non si tratta di una formula fatta o di un rimasuglio del mio ormai lontano passato nello scoutismo.

“Buona avventura” è davvero quello che voglio augurare a ciascuna delle coppie che ho la fortuna di incontrare e di accompagnare nel loro giorno speciale.

Le avventure richiedono preparazione, impegno, slancio, entusiasmo, voglia di giocarsi in prima persona. Ma poi ci riempiono di regali: un panorama mozzafiato, mete che pensavamo irraggiungibili, incontri inaspettati, emozioni mai provate prima.

Lo stesso – almeno per me – è il matrimonio, la vita di coppia.

Sì tratta di un’avventura: bella, grande e coinvolgente. Di quelle che non ti risparmiano niente: sorprese, difficoltà, gioie infinite. E’ una strada esigente che chiede tanto ma che ti dona tutto.

In un matrimonio non ci si può risparmiare, non si può amare solo fino ad un certo punto. Ci devi stare e ci devi stare con tutto te stesso. Il coinvolgimento è totale, tanto nei momenti belli che in quelli più difficili che certo non mancano. Ma quello che ne esce è qualcosa di sorprendente che speri duri per sempre.

Nei prossimi giorni si riapre per me la stagione lavorativa. Avrò il piacere di fotografare il giorno più bello di tante nuove coppie. A loro innanzi tutto va il mio augurio.

Buona avventura!

E ricordatevi: il giorno del matrimonio è solo l’inizio. Il bello, quello vero, deve ancora arrivare.